parco giochi accessibile

Sono pochissimi in Italia i parchi giochi accessibili ai bambini con disabilità sia nelle aree verdi pubbliche sia nelle scuole; per parchi giochi accessibili si intendono spazi di gioco che possono essere usufruiti anche dai bambini con disabilità tenendo conto non solo delle disabilità motorie ma anche delle disabilità neuro-sensoriali.

Ovviamente non c’è da stupirsi considerando quanto siamo indietro nel nostro paese su tutto quello che riguarda disabilità, inclusione, ecc ecc… e soprattutto pensando che anche quelli esistenti per i bambini c.s. normodotati sono spesso inaccessibili perché sporchi o distrutti dai vandali o in condizioni pessime perché non ci sono i soldi per la manutenzione.

Ma se esiste un diritto universalmente riconosciuto a tutti i bambini come quello di poter giocare (art.23 e art.31 convenzione sui diritti dell’infanzia UNICEF) questo dovrebbe essere a maggior ragione garantito in questi posti creati ad hoc per il divertimento dei più piccoli e non far sì che diventino luoghi di frustrazione, limitati, limitanti e non accoglienti.

A tal proposito qualche tempo fa mi è arrivata la segnalazione di una pagina facebook (Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini) creata da due mamme romagnole: Claudia Protti (creatrice del blog Mamma Claudia e le avventure del Topastro ) e Raffaella Bedetti mamma di un bambino speciale.

La loro presentazione:

“Ciao, siamo Claudia e Raffaella, due mamme di tre bimbi: Samuele e Cristian, (due diavoletti di 6 anni), e Mattia, (piccolo arrampicatore folle). Viviamo in Romagna, zona dove non esistono giochi accessibili a bambini con disabilità. Tanti parchi, alcuni davvero belli altri poco curati ma con in comune il fatto di vedere installati giochi solo per bambini che sono in grado di arrampicarsi, correre veloci, vedere e sentire. A quando qualche gioco, magari in sostituzione di uno rotto e/o usurato? I bambini con disabilità di Rimini, Viserba, Santarcangelo e dintorni vogliono avere pari diritti al gioco dei loro amici che possono muoversi liberamente. In questa pagina parleremo dei parchi inclusivi che esistono in Italia e all’estero, di giochi accessibili e progetti a sostegno del diritto al gioco per tutti i bambini. Ci date una mano a condividere la realtà del parco per tutti?”.

Eccomi quindi oggi a farvi conoscere la loro pagina Facebook che in pochissimo tempo è cresciuta tanto da raggiungere quasi 4.000 fans! Buon segno, significa che c’è interesse nel voler portare avanti questo tema non solo in Romagna ma anche in tutta Italia.

Concretamente cosa si può fare per cambiare le cose e far si che questi spazi aumentino? Se nella vostra città o nel vostro paese manca uno spazio giochi accessibile si può fare una richiesta scritta all’amministrazione pubblica nella quale si sottopone il problema e si richieda l’installazione di giochi per bambini con disabilità. Tentar non nuoce. 😉

Se invece siete fortunati da avere un parco giochi accessibile vicino a casa segnalatelo a Claudia e Raffaella così da poter fare un censimento di tutti quelli già esistenti in Italia ma anche all’estero e dare spunti di operatività anche alle altre amministrazioni affinché si adeguino.

Vi posto qualche esempio di gioco accessibile nei parchi ai bambini con disabilità:

Playgound-for-the-disabled

foto di parchi accessibili in Italia li trovate sulla nostra bacheca PINTEREST (qui) e poi se volete rifarvi gli occhi vi segnalo un parco divertimenti specializzato nell’accessibilità ai disabili in Texas, il Morgans Wonderland.

Una giostra del Morgan's Wonderland in Texas

 

Vi segnalo anche una serie di articoli scritti dall’architetta Daniela Orlandi per Superabile dove si tracciano linee guida per creare un parco accessibile (li trovi qui) e le linee guida del comune di Jesolo per creare un parco giochi accessibile (qui).

E da voi esistono parchi giochi accessibili?

TG Facebook Comments